Perché ho il rossore?

I nostri ingredienti preferiti!

Gebhard Sophie

In questo articolo ci concentreremo su un fenomeno comune che può essere molto invalidante: il rossore.

Esistono due categorie di rossore: arrossamento provocato da stress, shock emotivo, pratica di uno sport, temperature estreme ma anche una dieta piccante e l'ingestione di alcol. In questi casi specifici, si tratta di arrossamenti temporanei e improvvisi a volte noti come "vampate".

La seconda causa di arrossamento sarà collegata alla malattia. Quando arriva questo rossore, parliamo eritrosi.

Qui esamineremo queste diverse cause in modo più dettagliato e come porvi rimedio.

Quali sono le cause del rossore?

L'arrossamento improvviso delle guance è causato dalla vasodilatazione dei vasi sanguigni della pelle, che provoca un afflusso di sangue.

Tuttavia, ci sono altri fattori di rischio che possono causare arrossamenti:

  • Rosacea o rosacea : è una dermatosi frequente e cronica della pelle che colpisce i piccoli vasi del viso, che compare generalmente dopo i 30 anni e che tende a svilupparsi gradualmente.
    La forma più comune è quella vascolare che colpisce più spesso il naso, le guance e talvolta anche il mento e la fronte. Questo caratteristico rossore è accompagnato da una grande sensibilità che rende difficile l'uso di topici locali. Questa forma può essere accompagnata da vampate di calore in seguito all'ingestione di cibo o alcol.

  • Allergie : infatti, una reazione allergica cutanea (es. orticaria) può essere caratterizzata da chiazze rosse sul viso.

  • Acne : i brufoli dell'acne sono caratterizzati da un'infiammazione del viso che può causare arrossamenti e cicatrici.

Texte Odoo et bloc d'image

I nostri consigli per combattere gli arrossamenti

Il primo consiglio riguarda la tua routine quotidiana. Quando si tende ad avere arrossamenti, la cosa fondamentale è trattare la pelle con la massima delicatezza poiché l'obiettivo qui non è quello di stimolare eccessivamente la circolazione sanguigna.

La tua cura quotidiana deve essere appropriata e delicata per non sensibilizzare la pelle. Si consiglia quindi una doppia detersione con un olio detergente e poi un latte delicato . Fare attenzione a non utilizzare saponi che possono seccare rapidamente la pelle e avere l'effetto opposto.

Anche l'esfoliazione settimanale dovrebbe essere estremamente delicata ed è da preferire un'esfoliazione enzimatica e non meccanica (con grani). Ancora una volta, non provare a strofinare per rimuovere il trucco, il dabbing sarà più che sufficiente e sarà meno aggressivo.

Si consiglia inoltre di proteggere bene il viso dal sole utilizzando una crema solare SPF. Infatti, le radiazioni UV possono peggiorare il rossore.

Un altro trucco è mettere sulla guancia un asciugamano imbevuto di acqua fredda in modo da produrre l'effetto opposto della vasodilatazione: un vasocostrizione.

Olio di canapa

È l'olio preferito per la pelle reattiva!

 Da 10 a 40 volte più ricco di omega 3, l'olio di canapa fornirà un'elevata idratazione , rafforzerà la barriera idrolipidica cutanea e restituirà morbidezza ed elasticità alla pelle .

Molto penetrante , è un ingrediente d'elezione per ottenere cosmetici dal tocco non grasso.

Composto dall'85% di acidi grassi essenziali, l'olio aiuta ad alleviare le condizioni della pelle come eczema , psoriasi o acne .

Le sue proprietà antinfiammatorie favorirebbero anche la guarigione .

Grazie alla sua ricchezza in vitamina E e acidi grassi , l'olio di canapa è un ottimo antiossidante . Protegge quindi la pelle dalle aggressioni , riduce le rugosità e combatte l' invecchiamento cutaneo .

Sensibile all'ossidazione, sarà necessario tenere questo olio in frigorifero dopo l'apertura. 

Texte Odoo et bloc d'image
Condividi l'articolo

Lascia un commento

Devi essere autenticato per inviare un commento.