Ritorno alle origini - Cos'è la pelle?

Gebhard Sophie

Una delle domande che non ci siamo mai posti veramente ma non per questo meno importante: cosa costituisce la mia pelle? 

I prodotti cosmetici sono, per definizione, preparati destinati ad essere portati a contatto con le varie parti superficiali del corpo umano, in particolare l'epidermide che è il primo strato della nostra pelle. Il loro scopo è quello di pulire, profumare, modificarne l'aspetto, proteggerlo, mantenerlo in buono stato e/o correggere l'odore corporeo. 

E se comprendere i nostri prodotti e le nostre routine implicasse conoscere la nostra pelle? Zoomiamo in maniera precisa e un po' microscopica, su uno degli organi più pesanti del nostro corpo, ovvero il 16% del peso corporeo!

Innanzitutto la nostra pelle è composta da 3 strati sovrapposti tutti molto diversi tra loro: l'epidermide, il derma e l'ipoderma .

Odoo image et bloc de texte

L'epidermide: il primo strato della pelle

È lo strato più esterno della pelle che entrerà in contatto diretto con l'esterno. La sua funzione principale è quella di proteggere l'organismo da agenti chimici, meccanici e microbiologici.

Sulla superficie dell'epidermide troviamo due tipi di orifizi: 

  • I pori: è qui che scorre il sudore. 

  • Ostia: sono gli orifizi attraverso i quali scorre il sebo e da cui fuoriescono i capelli o i capelli. 

Inoltre, per evitare contaminazioni con l'interno del nostro corpo, questo strato è privo di vasi sanguigni. C'è comunque nella faccia profonda dell'epidermide una zona che permette la coesione epidermide-derma. È una linea ondulata chiamata giunzione dermo-epidermica che è coinvolta negli scambi di nutrienti con l'epidermide.

L'epidermide è composta da cheratinociti quali sono le cellule più importanti. Sono sovrapposti in strati successivi. La loro funzione è quella di produrre una proteina fibrosa, la cheratina, che fornisce alla pelle resistenza chimica e meccanica

In questa superficie profonda dell'epidermide, troviamo melanociti fare melanina. Questo è il famoso pigmento fotoprotettivo per proteggere la pelle dai raggi del sole . È quello che è all'origine del colore della pelle, dei capelli e degli occhi.

Ci sono anche cellule di Langerhans che sono cellule immunitarie e cellule di Merkel che hanno un ruolo di recettore sensoriale .

Il derma: il secondo strato della pelle

Si trova appena sotto l'epidermide, all'interfaccia tra il derma e l'ipoderma. Funge da tessuto di sostegno e nutrimento per l'epidermide ma anche per gli annessi cutanei: capelli, peli corporei, unghie, ghiandole sebacee che producono sebo e ghiandole sudoripare che fanno sudare. 

Il derma è ricco di vasi sanguigni e linfatici che consentono scambi di nutrienti con gli strati profondi dell'epidermide. È anche un tessuto di supporto, una vera e propria struttura della pelle, che conferisce alla pelle la sua estensibilità ed elasticità. Aiuta anche a partecipare alla difesa dell'organismo grazie ai globuli bianchi.

Inoltre, questo strato tratterrà l' 80% di acqua di cui è composta la pelle. Una vera riserva d'acqua per il corpo. Sintetizzerà anche lei collagene che consente resistenza allo stiramento e elastina permettendo alla pelle di allungarsi e poi tornare a posto dopo la deformazione. 

L'ipoderma: il terzo strato della pelle

È lo strato più profondo della pelle. È un tessuto di supporto flessibile e deformabile, che consente di formare l'interfaccia tra la pelle e gli organi che ricopre (muscoli, ossa). Lei è ricca di cellule adipose. È la riserva di grasso ed energia del corpo. 

L'ipoderma aiuta anche ad assorbire gli urti e favorire lo scorrimento del derma su muscoli e ossa. Isola il corpo e limita la dispersione di calore grazie alla sua distribuzione su tutto il corpo. E infine, modella la silhouette degli individui in base alla loro età, sesso e abitudini alimentari. 

Texte Odoo et bloc d'image
Condividi l'articolo

Lascia un commento

Devi essere autenticato per inviare un commento.