Leggere una lista di ingredienti, un esercizio complicato?

Gebhard Sophie

Leggere la lista INCI dei tuoi ingredienti a volte è un vero grattacapo: nomi complicati, lista troppo lunga... Affogati in troppe informazioni, come navigare e come sapere quali prodotti sono essenziali e quali invece dannosi? BeautyMix risponde alle tue domande e vuole dimostrarti che un buon prodotto non richiede necessariamente tanti ingredienti... Qualità e semplicità sono le nostre parole d'ordine!

Cos'è la lista INCI e come decifrarla?

Innanzitutto cosa significano queste iniziali? Nomenclatura internazionale degli ingredienti cosmetici.

In altre parole, una lista internazionale che troverai sulla confezione dei tuoi prodotti, ovunque in Europa! La visualizzazione di questo elenco sulla confezione è OBBLIGATORIA in Europa dal 1998. Una riforma molto recente quindi!

Potresti farti prendere dal panico vedendo questo scritto principalmente in latino e inglese, ma ciò è dovuto al fatto che, come detto prima, questo elenco è internazionale.

Gli ingredienti scritti in latino indicano estratti vegetali . Ad esempio, usiamo il termine "Simmondsia Chinensis", nome botanico della Jojoba per riferirci all'olio da essa prodotto.

I termini inglesi sono le molecole ei nomi solitamente usati. Ad esempio, l'ossido di zinco è scritto "Ossido di zinco".

Per quanto riguarda gli ingredienti che compongono il profumo, sono raggruppati sotto il nome "Profumo" e sono seguiti dagli allergeni.

Per coloranti e pigmenti sono designati da un Color Index riconoscibile nell'elenco INCI dalla sigla C1, completata da cinque cifre. Il codice Cl77491 indica, ad esempio, l'ossido di ferro che viene utilizzato nelle nostre ricette di rossetti.

Gli ingredienti inquinanti possono essere identificati anche dal loro nome. Se vi imbattete in prodotti petrolchimici , si chiameranno "Paraffinum Liquidum" o "Petrolatum".

I siliconi hanno anche nomi che terminano in -one: demithicone, cyclomethicone. Queste sostanze di origine sintetica sono poco biodegradabili.

Inoltre, attenzione ai derivati del PEG (PolyEthylene Glycol), emulsionanti prodotti per reazione chimica da gas nocivi.

Per riconoscere i componenti da agricoltura biologica, fidati degli asterischi alla fine dell'ingrediente in questione.

L'ordine dell'elenco è anche progettato per presentarti prima gli ingredienti in quantità maggiori nel tuo prodotto, poi in quantità minori. In altre parole, l'elenco viene presentato in ordine decrescente. Quando gli ingredienti sono presenti a meno dell'1%, possono essere indicati fuori ordine e in fondo alla lista.

Se hai dubbi e difficoltà a decifrare o comprendere la fonte di un ingrediente, ti consigliamo vivamente il sito web delOsservatorio Cosmetici, che offre risposte molto specifiche su ciascuno di essi. Più di recente, le applicazioni Yuka, QuelCosmetic o anche Inci Beauty in piena espansione, proponiti di scansionare i tuoi prodotti cosmetici e di dirti se la composizione è buona o al contrario piuttosto cattiva. 

Qual è la differenza tra prodotti cosiddetti "convenzionali" e "naturali"?

I prodotti cosmetici convenzionali possono contenere fino al 95% di ingredienti di origine sintetica . I cosmetici naturali devono contenere almeno dal 95% al 100% di ingredienti vegetali da agricoltura biologica (Ecocert Cosmos Certified), dal 95% al 100% degli ingredienti sono di origine naturale (Ecocert Cosmos Natural) e solo il 5% di origine sintetica da una piccola selezione di ingredienti non tossici. Oltre ad applicare le leggi delle autorità sanitarie europee come qualsiasi prodotto, applicano anche le restrizioni delle etichette biologiche. Conoscere queste quote ti dà subito più voglia di acquistare prodotti dalla composizione più pulita, migliori per la tua pelle, e per l'ambiente!

Tra la lista degli ingredienti indesiderati da evitare, trovi in particolare:

  • I silliconi, di facile identificazione, terminano generalmente in -icone o -ilossano (il loro processo industriale è molto inquinante e non sono biodegradabili)

  • Congratulazioni

  • Oli minerali, il più noto è Olio minerale, Paraffinum Liquidum ...

E la lista è ancora molto lunga...

Passa ai prodotti naturali con BeautyMix

Sia come parte di una routine specifica o solo occasionalmente, tutti usiamo prodotti cosmetici e per l'igiene (lozioni, creme, struccanti, trucchi ...). Infatti, essendo la nostra pelle permeabile, il nostro corpo assorbe una grande quantità di prodotto. È quindi meglio fare in modo che questi non danneggino la nostra pelle!

I prodotti naturali sono spesso molto concentrati in principi attivi vegetali molto efficaci, rispettosi della pelle e dell'ambiente.

In altre parole, NON contengono ingredienti sintetici e potenziali interferenti endocrini. Provengono da prodotti puri , e generalmente provengono da colture biologiche. Questo ovviamente a volte può giustificare un prezzo più alto, ma non è meglio puntare sulla qualità?

A BeautyMix , ti suggeriamo di creare i tuoi prodotti cosmetici fatti in casa usandoingredienti semplice e naturale . I nostri prodotti finiti sono quindi impeccabili nella composizione e tu diventi un attore nei prodotti che applichi sulla tua pelle. 

In particolare, offriamo oli naturali come olio di mandorle dolci, nocciole, sesamo o carota. Delle idrolati floreali come la rosa, l'amamelide o il fiore d'arancio. Delle agenti di consistenza naturali come cera d'api, glicerina e principi attivi anch'essi naturali come gel di lino Per esempio. 

Un'occasione per passare a prodotti naturali e per la piena soddisfazione del fatto in casa , fatto da . Inoltre, questa alternativa è economica rispetto all'acquisto dei soli prodotti perché paghi solo le materie prime. Preparare la tua crema ti costa solo 4€, ad esempio.


 

Texte Odoo et bloc d'image

Aprire gli occhi ai consumatori e invitarli a rivolgersi a prodotti che rispettino la loro pelle e l' ambiente è la sfida che abbiamo raccolto.

Allora, cosa stai aspettando? :)

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Devi essere autenticato per inviare un commento.